Lissmac SBM-M D2

Gli impianti LISSMAC per la lavorazione dei metalli fissano nuovi standard nella lavorazione innovativa della lamiera grazie alla rimozione estremamente efficace, in un’unica fase di lavoro, delle scorie da pezzi tagliati con utensili al plasma o autogeni. Rispetto alle levigatrici tradizionali, le SBM-M D2 convincono per i tempi di lavorazione più efficienti e un risparmio di tempo che arriva fino al 60%. L’asportazione meccanica delle scorie consente di ridurre sensibilmente i costi degli utensili rispetto alla costosa lavorazione ad asportazione di truciolo con mezzi abrasivi.

La serie M

A seconda delle richieste del cliente, la serie M può essere equipaggiata con due gruppi sul lato superiore e inferiore e dotato individualmente degli utensili adatti.

La regolazione degli utensili è elettrica.

I gruppi superiori e inferiori possono essere regolati o inseriti e disinseriti indipendentemente l‘uno dall‘altro.

Un utilizzo ottimale dell‘utensile è garantito grazie ai gruppi di rettifica che lavorano trasversalmente rispetto al pezzo.

Lo spessore della lamiera, l‘avanzamento e lo stato del pezzo possono essere impostati facilmente con l‘ausilio del joystick o di altri elementi di comando.

Lo spessore della lamiera viene visualizzato in maniera chiara su un display.

DATI TECNICI

  • larghezza di passaggio max. 1000 / 1500 mm

  • spessore max. lamiera 5 -120 mm

  • tensione 400 V / 50 Hz

  • corrente nominale 15 A

  • potenza nominale 7.7 kW

  • classe di protezione IP 42

  • avanzamento a regolazione continua 0-4 m / min

  • impostazione spessore lamiera elettrico

  • impostazione utensili elettrico

  • peso 1800 – 2300 kg

  • dimensioni 2600/1400/1800 mm – 3100/1400/1800 mm mm 
  • Rimozione bilaterale delle scorie da lamiere fino a 120mm tagliate con utensili al plasma o autogeni
  • Risparmio dei costi utensili grazie al distaccamento meccanico delle scorie – si evita una levigazione lunga e costosa
  • La rimozione bilaterale delle scorie consente di risparmiare il tempo necessario per voltare i pezzi, spesso molto pesanti, evitando di lavorarli due volte
  • Risparmio di tempo fino al 60 % rispetto alle macchine a lavorazione unilaterale
  • Struttura modulare compatta in un design moderno – ridotto fabbisogno di spazio
  • Lavorazione a secco
  • Il principio di lavorazione trasversale garantisce un utilizzo uniforme dell’utensile sull’intera larghezza di lavorazione
  • Gruppi inferiori e superiori con regolazione elettrica separata / commutabili e disinseribili
  • Il concetto innovativo relativo agli utensili e all’avanzamento consente un adattamento ottimale alle tolleranze di deformazione e del pezzo
  • Massima produttività pur a fronte di una qualità uniforme della lavorazione
  • Migliore ambiente di lavoro – minore produzione di polvere e sporco e minore inquinamento acustico
  • Disponibili come optional: Tecnica di trasporto, sistemi di movimentazione, robotica, automazione, utensili di lavorazione
Lissmac SBM-M 1000 macchina satinatrice