Macchine satinatrici e sbavatrici Costa Metal

Costa

La sbavatura serve per eliminare le bave e il fìlo tagliente rimasti sul pezzo da lavorare dopo le operazioni di taglio.

Normalmente si utilizzano gruppi operatori a nastro abrasivo e seguiti da spazzole in acciaio; il numero dei gruppi varia a seconda dell’entità della bava e del livello di finitura richiesto.

Oltre alla sbavatura tradizionale sopra descritta, con il gruppo spazzolatore verticale è possibile arrotondare il filo di taglio ed eliminare l’ossido dai bordi generatosi dal taglio laser o da lavorazioni al plasma. Con questa unità sarà possibile pulire i bordi a basso costo ed eliminare così qualsiasi problema dalle fasi di lavorazione successive.
Le operazioni di rettifica sono necessarie per spianare la superficie del materiale in accordo alle specifiche tecniche richieste. Non è considerato un trattamento estetico ed è un’alternativa alle tradizionali mole abrasive. Per tali operazioni sono preferibili macchine ad umido per i loro vantaggi in:
  • alte asportazioni senza surriscaldamento;
  • alta precisione nelle tolleranze
  • bassa rugosità  della superficie
Le operazioni di satinatura servono per ottenere un determinato grado di finitura delle superfici utilizzando nastri abrasivi e/o  spazzole in panno abrasivo (scotch-brite). Il numero di gruppi operatori dipende dal tipo di superficie da lavorare (inox matt 2B, inox bright BA, inox F1 ecc.)  e dal livello di finitura che si vuole raggiungere.
Le operazioni di pulitura servono per ottenere un determinato grado di rugosità costante delle superfici preparandole così al processo galvanico (cromatura, lucidatura, etc.) e/o lucidatura meccanica. Il numero di gruppi operatori dipende dal tipo di superficie da lavorare e dal grado di rugosità da ottenere.

Download:

Scroll Up